InfoAut
Immagine di copertina per il post

31 maggio GOOD OLD BOYS (Kaos – Colle Der Fomento) + MAURY B + RADICI SOTTERRANEE @ Csoa Askatasuna, Torino

GOOD OLD BOYS (IT, hip hop old school)
Kaos One, Danno, Masito, dj Baro, dj Craim
5 amici – 4 giradischi – 3 rappers – 2 Djs – un unico live
“Good Old Boys, ovvero Kaos, Danno, Masito, Dj Baro e Dj Craim. Insieme.

Tre rappers e due djs, ma soprattutto cinque amici, cinque fratelli che spesso hanno percorso la stessa strada, sono saliti e scesi dagli stessi palchi, hanno scaldato e mandato in distorsione gli stessi impianti, bruciando gli stessi microfoni, mettendo a dura prova le stesse puntine e gli stessi mixer. Dopo tutti questi anni, costruire qualcosa di nuovo insieme era inevitabile.
Così è nata l’idea di mettere in piedi uno “show comune”, dove verranno presentati vecchi e nuovi successi di entrambe le formazioni in una veste inedita, con una scaletta che li vedrà presenti sul palco tutti e cinque contemporaneamente dall’inizio alla fine del live.”
(aka Danno)

 

Ad aprire lo show un mostro sacro dell’ underground torinese:
MAURY B (Torino hip hop old school)
http://www.myspace.com/maurybee
Maurizio Bona a.k.a. Maury B,The Right Voice, Maory B, El Mahor, Dodgin’ Bullets, nato a Torino il 9 ottobre 1974, vive la sua adolescenza nella periferia sud della città, cresce in un posto che in latino viene battezzato come Nihili Locus, luogo del nulla, meglio conosciuto come Nichelino….. Viene considerato da tutti la voce della strada, con uno stile originale di semplice comprensione ma mai banale, la sua è una figura collante tra passato e presente perchè ha come caratteristica di non legarsi a stilemi del momento ma di perseguire un suo percorso artistico preciso, i fan e gli addetti ai lavori lo ritengono “il migliore” nel suo campo. Ma lui si definisce solo una persona che sa “cosa’è;” ma sopratutto “come si fa” un MC… La sua identità artistica parte a fianco di un altro pioniere della Vecchia Scuola, Lefty a.k.a. Left Side, con l’incontro di Nextone, uno degli architetti di una certa concezione musicale e uno dei padri fondatori dell’Hip Hop nostrano, nel 1994 formano assieme il gruppo: The Next Diffusion… Danno alla luce uno dei dischi che è divenuto una pietra miliare del genere “Dritto dal cuore”. Con un insegnante come Nextone unito alla attitudine vera il nome di Maury B e quello di Left Side ha saputo tenere vivo e reale certi concetti astratti tramutandoli in concreto come “la conoscenza”… Dal 94 al 96 partecipa ai più importanti contest di freestyle dove il suo nome comincia a “girare” nelle orecchie degli appassionati di Hip Hop fino a culminare nella sfida del primo Hip Hop Village del 96… In quegli anni si fa promotore insieme a Walterix di eventi entrati nella storia come “Mic Check Party” e “Tributo”… Nel 97 esce il suoprimo lavoro ufficiale:“Torno sulla scena Ep” prodotto da Fritz the Cat e realizzato da Esa e Mix Men Connection. Rarissimo e solo in vinile. …. Nel 1998 entra a far parte della leggendaria crew Gate Keepaz (Custodi del cancello-attivi dal 96) e insieme ai 7 custodi (Deal, Psyko Killa, Ango Spryte, Mastafive, Pee Mc, Hopus D e Psyko Vibe) concepisce l’EP “Custodi del Segreto” apportando al sound tipico ed innovativo dei 7 mc’s quel tocco che avrebbe chiuso il cerchio sulla definizione di “Stricly Hard-Core Underground” portandoli sui palchi di tutta Italia.

Maury B ci proporrà vecchi classici e nuovi brani dal suo ultimo lavoro “The Book of Rymes”


E poi una delle realtà più interessanti tra le crew emergenti della black city:

RADICI SOTTERRANEE (Torino hip hop)

Era il 2005 quando i componenti, di quella che poi divenne la Radici Sotterranee, fecero la reciproca conoscenza al Regio in cui allora era ancora solito trovare mc’s pratica freestyle.
Siamo nel 2007, non ancora uniti come crew, la Radici si ritrova per casualità a raggruppare i suoi futuri componenti tra la Sanfra e la Maison di Rivoli, dove prenderà piede la frequente ripetizione di serate all’ insegna del freestyle.
Si aspetterà il 2008 per veder nascere quella che oggi è la:
RADICI SOTTERRANNE CREW.
DEDO ROYZEN VERTICE NASTY MIKE CISKY B BBOY HEARTBEAT

Nata come crew di amici legati dall’ amore per l’ Hip hop, i componenti intraprendono percorsi solisti e di coppia dal punto di vista musicale fino all’ attuale 2011
Vedendo Dedo e Vertice chiudere i rispettivi demo e RoyZen impegnanto in un doppio lavoro, uno solista con Ultro alle produzioni e uno in coppia con FrenkyFetish ed Enea e Ultro ai beat.
Grazie alla continua presenza nei blocchi e nelle Jam di To, la Radici iniza a farsi conoscere, forti di voglia e capacità è ormai una dichiarata crew rap emergente di Torino.
Il gruppo si misura in diverse esperienze live, contribuendo praticamente alla diffusione della scena underground torinese, di crew emergenti animate dallo stesso spirito. Sotto il profilo del freestyle Dedo è viincitore piemontese del Tecniche Perfette 2011 (www.tecnicheperfette.it)

 

3 Bar Areas
Open Air Garden
Turbosound Soundsystem

Csoa Askatasuna
corso regina margherita 47, Torino

 

http://radioblackout.org

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Culturedi redazioneTag correlati:

askatasunaradio blackouttorino

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Culture

Prefazione di Premières Secousses, il libro di Soulèvements de la Terre

Abbiamo tradotto la prefazione del libro dei Soulèvements de la Terre dal titolo Premières Secousses, uscito ad aprile per le edizioni La Fabrique.

Immagine di copertina per il post
Culture

Festa di Radio Onda d’Urto – Il programma

Da mercoledì 7 a sabato 24 agosto 2024 in via Serenissima a Brescia 18 serate di concerti, dibattiti, djset, presentazioni di libri, enogastronomia, spazio per bambine-i…

Immagine di copertina per il post
Culture

Marx: scomodo e attuale, anche nella vecchiaia

Marcello Musto, professore di Sociologia presso la York University di Toronto, può essere considerato tra i maggiori, se non il maggiore tra gli stessi, studiosi contemporanei di Karl Marx.

Immagine di copertina per il post
Culture

Immaginari di crisi. Da Mad Max a Furiosa

Per quanto diversi siano i film della saga, ad accomunarli è certamente la messa in scena di un “immaginario di crisi” variato nei diversi episodi in base al cambiare dei tempi, dei motivi, delle modalità e degli sguardi con cui si guarda con inquietudine al presente ed al futuro più prossimo.

Immagine di copertina per il post
Culture

Le monde est à nous

Rap e seconde generazioni: dare voce ai senza voce

Immagine di copertina per il post
Culture

Occupazione temporanea del MAXXI: dal mondo dell’arte pro Palestina

Occupazione temporanea del MAXXI – mobilitazioni dal mondo dell’arte
in sostegno della Palestina.

Immagine di copertina per il post
Culture

Addio a Giovanna Marini: custode della musica popolare

E’ morta a 87 anni Giovanna Marini, cantautrice e ricercatrice della tradizione orale. Ha percorso tutta Italia raccogliendo una massa sterminata di canti popolari in lingua italiana e nei vari dialetti e lingue regionali.

Immagine di copertina per il post
Culture

50 anni dalla strage di Piazza della Loggia – Maggio 2024 su Radio Onda d’Urto

Radio Onda d’Urto dedica la programmazione dell’intero mese di maggio (dal 6 al 31 maggio 2024) al 50esimo anniversario della Strage fascista, di Stato e della Nato di Piazza della Loggia, avvenuta il 28 maggio 1974 a Brescia.

Immagine di copertina per il post
Culture

Quando il polemos si fa prassi

Majakovsky aveva paura che «una corona» avrebbe potuto «nascondere la sua fronte così umana e geniale e così vera» e «che processioni e mausolei» avrebbero offuscato la «semplicità di Lenin».

Immagine di copertina per il post
Culture

Altri Mondi / Altri Modi – Conclusa la seconda edizione. Video e Podcast degli incontri

La seconda edizione del Festival Altri Mondi/Altri Modi si è chiusa. E’ stata un’edizione intensa e ricca di spunti: sei giorni di dibattiti, musica, spettacoli, socialità ed arte all’insegna di un interrogativo comune, come trovare nuove strade per uscire dal sistema di oppressione, guerra e violenza che condiziona quotidianamente le nostre vite?

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Giorni di protesta nelle carceri italiane

Sono giorni di proteste nei penitenziari italiani, da Trieste a Torino.

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

A cosa servono le scorte? Un caso esemplare a Torino

Come sempre all’avanguardia, a Torino si è sperimentata negli anni un’ulteriore funzione importante della scorta, quella di volano per il sovradimensionamento, sul piano dell’ordine pubblico, dei fenomeni legati alla conflittualità sociale.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Quella di ieri è stata una giornata di lotta potentissima per l’Intifada studentesca!

Siamo partitə da Palazzo Nuovo occupato con un corteo di 2000 persone che si è ripreso le strade della città alzando il grido “Palestina libera”.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Ilaria Cucchi, visita a sorpresa a Palazzo Nuovo. Noi chiediamo di più.

Un pomeriggio movimentato quello appena trascorso. Infatti tra un’assemblea e un pranzo collettivo abbiamo visto comparire numerose forze dell’ordine nei pressi di Palazzo Nuovo e schierarsi a difesa di un imbarazzante banchetto della Lega per “ridare l’università agli studenti”.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Unito: la vergogna delle esternalizzazioni crea precarietà alle lavoratrici.

Nel lottare per la liberazione del popolo Palestinese non vogliamo chiudere un occhio davanti allo sfruttamento dei lavorator3 esternalizzat3 di Unito.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Broadcast 4 Palestine.

Speciale Info in diretta da Palazzo Nuovo occupato.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Intifada studentesca: le rivendicazioni.

L’articolo viene arricchito quotidianamente con le iniziative, i comunicati e gli aggiornamenti dalle Intifada studentesche in corso..

Immagine di copertina per il post
Confluenza

Salvare il Meisino è compito cittadino!

Secondo quanto apprendiamo da giornali e delibere comunali l’avvio dei lavori per cementificare e cancellare l’oasi di biodiversità rappresentata dal parco del Meisino a Torino è imminente.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Il Salone del Libro viene bloccato per la sua complicità al sionismo: la vittoria della mobilitazione per la Palestina!

Sabato pomeriggio, con il coordinamento Torino per Gaza ci siamo dati appuntamento a ridosso della metro Lingotto per raggiungere il Salone del Libro.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Salone del Libro: come è fatta la vera censura

Riprendiamo il comunicato del Coordinamento cittadino Torino per Gaza su quanto accaduto ieri al Salone del Libro.