InfoAut
Immagine di copertina per il post

Partigiani in ogni quartiere (Torino)

INVITO ALLA PASSEGGIATA ANTIFASCISTA VERSO I MONUMENTI DI PARTIGIANI E PARTIGIANE NEL QUARTIERE S.SALVARIO

Il 24 aprile, le palestre popolari antifasciste di Torino sono in piazza per ricordare i valori della Resistenza e dell’antifascismo e le persone che, in nome di questi valori, hanno combattuto e sacrificato le loro vite. Chi in questi luoghi (segnati dalle lapidi) è stato trucidato, ha brutalmente perso la vita perché si opponeva ad un’esistenza legata alla rassegnazione e alla sudditanza ad un regime feroce, violento e xenofobo.

A 70 anni dalla liberazione l’Italia oggi è un paese in cui il fascismo e l’idea fascista stanno a galla nel fango prodotto da partiti come quello di Salvini, che mira a fare dell’immigrato, del profugo, del povero e dell’emarginato, una minaccia alla “sicurezza delle famiglie italiane”, un nemico contro cui scaricare la rabbia e la frustrazione create da scelte politiche che producono problemi reali come quello abitativo, del lavoro, della sanità, dell’istruzione, di cui solo loro sono i responsabili. Ogni tentativo di risolvere questi problemi in maniera autorganizzata e dal basso viene affrontato con la violenza poliziesca e militare.

Anche un partito di “sinistra” come il PD di Renzi e Chiamparino (servo e sponda politica di Intesa San Paolo) si fa portatore di un progetto sociale, nazionale e continentale che, dietro alla retorica delle democrazia, della crescita economica, del decoro cittadino, produce malessere, povertà e disuguaglianza.
Tutto ciò è il principale obiettivo contro il quale un pensiero ed una pratica antifascisti devono essere mobilitati: non esistono uguaglianza e dignità delle persone laddove dominano l’ingiustizia e la ricerca di profitto ad ogni costo. Il fascismo, anche nelle sue forme storiche più violente, non è mai stato separato da progetti sociali di questo tipo, né è mai stato antagonista del capitalismo, soprattutto in una fase di crisi.

Per questi motivi riteniamo che oggi sia importante essere qui, in questo quartiere: per rendere il giusto onore alla memoria di chi ha combattuto sacrificando tutto, per non cedere alla retorica secondo la quale i morti sono tutti uguali, indipendentemente dalle scelte che hanno compiuto in vita, soprattutto, per gridare la nostra contrapposizione ad ogni sistema che umilia gli essere umani e fa dell’indifferenza e della violenza aperta verso buona parte di essi la base del proprio funzionamento.
Nelle palestre popolari, attraverso la pratica sportiva, come nella vita di tutti i giorni, portiamo avanti  ideali antifascisti di uguaglianza e libertà.
Ora, come settant’anni fa, per noi la Resistenza continua.

Invitiamo tutti e tutte a partecipare alla passeggiata antifascista verso le lapidi di partigiani e partigiane nel quartiere di San Salvario, con ritrovo in Piazza DeAmicis alle 17.30.


 

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Antifascismo & Nuove Destredi redazioneTag correlati:

25 aprileantifapalestra popolareresistenzatorino

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Mantenere il sangue freddo, rimanere strategici, definire gli obiettivi a breve, medio e lungo termine, acquisire forza, puntare al 2027.

Abbiamo tradotto questo contributo di Houria Bouteldja apparso su QG Décolonial per continuare ad approfondire quanto sta accadendo in Francia in merito alla costituzione di un nuovo Fronte Popolare per le prossime elezioni.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Per un sollevamento antifascista.

Abbiamo tradotto il documento redatto dal movimento Soulèvement de la Terre a proposito della fase storica che si sta vivendo in Francia, verso le prossime elezioni.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ilaria Salis è libera!

Ilaria Salis è libera: la polizia ungherese le ha tolto il braccialetto elettronico e rilasciato la documentazione della scarcerazione- Probabilmente lunedi 17 giugno il rientro in Italia

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Un fronte più salutare che popolare.

Traduciamo un commento da parte del collettivo francese Cerveaux Non Disponible rispetto alle elezioni per dare un quadro il più possibile composito di quali siano gli animi nei movimenti francesi a seguito della decisione di Macron.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Storia di Classe – 5 puntate speciali dedicate alla strage fascista, di Stato e della NATO di Piazza della Loggia a Brescia

In onda su Radio Onda d’Urto lo speciale di Storia di Classe dedicato alla strage fascista, di Stato e della Nato di piazza della Loggia, il 28 maggio 1974 a Brescia.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ilaria Salis: i Giuristi Democratici denunciano “nuove minacce dai neonazisti ungheresi”

Nuove minacce, stavolta dirette, dei neonazisti ungheresi contro l’antifascista ai domiciliari a Budapest.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ilaria Salis agli arresti domiciliari a Budapest. Accolto il ricorso degli avvocati.

Ilaria Salis può uscire dal carcere e andare agli arresti domiciliari a Budapest.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ignobile pestaggio di Chef Rubio a Roma

Gabriele Rubini, a tutti noto come Chef Rubio, è stato aggredito mercoledì notte davanti alla sua casa romana da almeno sei persone, che lo hanno pestato e insultato al grido di “Pezzo di merd*, così impari”.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

25 Aprile 2024: appunti di lotta dalla piazza di Milano

Condividiamo di seguito la cronaca della giornata del 25 aprile milanese e le indicazioni di lotta che arrivano da questa piazza, tutta a sostegno della resistenza Palestinese.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Livorno è antifascista!

Giovedì 2 Maggio il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Matteo Salvini è venuto a Livorno per presentare un suo libro, vergognosamente ospitato all’interno del cinema teatro “4 Mori”..

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

A cosa servono le scorte? Un caso esemplare a Torino

Come sempre all’avanguardia, a Torino si è sperimentata negli anni un’ulteriore funzione importante della scorta, quella di volano per il sovradimensionamento, sul piano dell’ordine pubblico, dei fenomeni legati alla conflittualità sociale.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Quella di ieri è stata una giornata di lotta potentissima per l’Intifada studentesca!

Siamo partitə da Palazzo Nuovo occupato con un corteo di 2000 persone che si è ripreso le strade della città alzando il grido “Palestina libera”.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Ilaria Cucchi, visita a sorpresa a Palazzo Nuovo. Noi chiediamo di più.

Un pomeriggio movimentato quello appena trascorso. Infatti tra un’assemblea e un pranzo collettivo abbiamo visto comparire numerose forze dell’ordine nei pressi di Palazzo Nuovo e schierarsi a difesa di un imbarazzante banchetto della Lega per “ridare l’università agli studenti”.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Unito: la vergogna delle esternalizzazioni crea precarietà alle lavoratrici.

Nel lottare per la liberazione del popolo Palestinese non vogliamo chiudere un occhio davanti allo sfruttamento dei lavorator3 esternalizzat3 di Unito.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Broadcast 4 Palestine.

Speciale Info in diretta da Palazzo Nuovo occupato.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Intifada studentesca: le rivendicazioni.

L’articolo viene arricchito quotidianamente con le iniziative, i comunicati e gli aggiornamenti dalle Intifada studentesche in corso..

Immagine di copertina per il post
Confluenza

Salvare il Meisino è compito cittadino!

Secondo quanto apprendiamo da giornali e delibere comunali l’avvio dei lavori per cementificare e cancellare l’oasi di biodiversità rappresentata dal parco del Meisino a Torino è imminente.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Il Salone del Libro viene bloccato per la sua complicità al sionismo: la vittoria della mobilitazione per la Palestina!

Sabato pomeriggio, con il coordinamento Torino per Gaza ci siamo dati appuntamento a ridosso della metro Lingotto per raggiungere il Salone del Libro.