InfoAut
Immagine di copertina per il post

Nazione Mapuche: Due organizzazioni rivendicano azioni di sabotaggio “contro la visita di Gabriel Boric e la sua subordinazione all’oligarchia”

Due organizzazioni ribelli, cioè: la Resistenza Mapuche Lavkenche (RML), e l’ORT (Organizzazione di Resistenza Territoriale) “Toño Marchant” del CAM, hanno rivendicato il sabotaggio di un campo di lavoro forestale contro la visita di Gabriel Boric e le sue posizioni sempre più reazionarie riguardo al popolo originario.

La Resistenza Mapuche Lavkenche attraverso un comunicato inviato a Werken Noticias rivendica il sabotaggio di un camion forestale lungo la strada tra Cañete e Contulmo.

Riproduciamo il Comunicato Pubblico: 

Un gruppo armato della Resistenza Mapuche Lavkenche (RML) oggi pomeriggio ha sabotato un camion forestale tipo chipiero nella zona di Peleco, lungo la strada che unisce Cañete a Contulmo.

Con questo sabotaggio ci uniamo alle diverse azioni di resistenza promosse dalle espressioni del weichan (guerra) contro la visita di Gabriel Boric nel Wallmapu, dove ha messo in chiaro la propria subordinazione all’oligarchia e alla classe economica che saccheggia il territorio mapuche.

In memoria di Lemuel Fernández, Alex Lemun, Camilo Catrillanca, Luis Marileo, Toño Marchant, Matias Catrileo, Yordan Llempi e di tutti i caduti nel weichan.

Libertà per Matias Leviqueo, Eliseo Raiman, Esteban Carrera, José Llanquileo, Nelson Queupil e per tutti i prigionieri politici mapuche!

Fuori imprese forestali, latifondisti, soldati e yanakonas (indigeni al servizio dei conquistatori spagnoli) dal Wallmapu!

Per il territorio e l’autonomia, marrichiwew (dieci volte vinceremo)!

Resistenza Mapuche Lavkenche ( RML)

Giovedì, 10 novembre 2022

Da parte sua l’ORT Toño Marchant, legato al Coordinamento Arauco Malleco rivendica un’azione di sabotaggio ad un campo di lavoro forestale, tenuta Santa Helena, distruggendo una macchina raccoglitrice, un camion da carico e un fuoristrada.

Fuori Boric, i coloni, le imprese forestali e gli yanaconas dal Wallmapu!

11 novembre 2022

Resumen Latinoamericano

Da Comitato Carlos Fonseca

pubblicato il in Conflitti Globalidi redazioneTag correlati:

Boriccilemapuche

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Iran: sciopero generale nel 60° giorno della rivolta. Il parlamento vota la condanna a morte per chi manifesta nelle strade

Sciopero generale ieri in Iran in occasione del terzo anniversario della rivolta del novembre 2019 che coincide col 60 giorno di rivolta iniziata il 16 settembre con l’omicidio di Mahsa Amini, giovane curda di 22 anni.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Udai Tamimi, la Fossa dei Leoni è la culla popolare della resistenza palestinese

La capacità di Udai di effettuare due operazioni in aree di importanza strategica per lo stato israeliano ed eludere l’arresto per 12 giorni ha catturato l’attenzione dei media popolari mentre l’esercito israeliano assediava il campo.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Atene: tra scioperi e rivolte da non dimenticare

Il percorso di mobilitazioni su carovita e contro la guerra continua il 17 novembre, giorno in ricordo della rivolta di Politecnio, una protesta che  si svolse presso il Politecnico di Atene a partire dal 14 novembre 1973 nell’ambito di una massiccia manifestazione studentesca sul rifiuto popolare della giunta militare greca e terminò in uno spargimento di sangue al mattino del 17 novembre, quando un carro armato sfondò i cancelli del campus e furono massacrati 24 civili.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Il movimento curdo nega il proprio coinvolgimento nell’attentato di Istanbul

Dopo l’attentato di ieri ad Istanbul che ha provocato sei morti e decine di feriti il governo di Erdogan ha immediatamente accusato il PKK e le Ypg/Ypj di essere responsabili dell’attentato. Il movimento curdo ha respinto con forza queste accuse e ha denunciato un piano oscuro del dittatore turco per colpire Kobane.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Dentro il “Nido delle Vespe”: l’ascesa della Brigata Jenin

l campo profughi di Jenin è stato trasformato in una “zona liberata” dalle fazioni della resistenza armata. Ora la resistenza spera che il modello Jenin si diffonda in altre parti della Cisgiordania.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Brasile: Festa o no nella favela?

Qual è il futuro della relazione dello stato con le periferie urbane?

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

First strike: tra opposizione e realtà di una guerra ancora lunga.

La cosiddetta dottrina Biden apre a una serie di considerazioni rispetto alla guerra russa-ucraina rispetto alla sua possibile escalation e minando il campo delle ipotesi di risoluzione del conflitto.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Argentina. Occupazione pacifica delle donne indigene nella Banca Centrale: siamo portavoce della Terra che dice basta!

Il Movimiento de Mujeres y Diversidades Indígenas por el Buen Vivir ha occupato pacificamente la Banca Centrale della Repubblica Argentina.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

In Grecia il più grande sciopero generale dal 2012 contro l’aumento dei prezzi

Ieri è andato in scena in Grecia uno sciopero generale di ventiquattro ore contro carovita ed inflazione. Decine di migliaia di manifestanti ad Atene e Salonicco, trasporti bloccati e scontri nei pressi del Parlamento.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Il Cile dopo la Costituente: Quando si svuotano i grandi viali

Le domande si accumulano quando alleati molto vicini del governo di Boric presentano critiche così forti, niente meno che su un aspetto così delicato come la repressione e i prigionieri politici.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Nazione Mapuche: I fratelli, oggi detenuti, continuano a resistere e a dimostrare la forza di essere Mapuche

Noi Mapuche coscienti non permetteremo mai allo stato cileno di dichiarare, come vuole fare, illegali o giudicare terroriste le organizzazioni di autodifesa mapuche.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Cile: intervista a Hector Llaitul, voce del popolo mapuche represso

Il portavoce della CAM (Coordinadora Arauco Malleco) spiega come il suo movimento stia cercando di recuperare le terre rubate dallo Stato cileno. di Ecomapuche da La Bottega del Barbieri Il 31 maggio 2022 la camera dei deputati del Cile dichiara 4 associazioni mapuche come “terroriste”. Dichiarando “nemico interno” la voce delle popolazioni originarie il governo […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

L’illusione di cambiare dall’alto

Colombia, Ecuador e Cile ci mostrano processi recenti relativamente simili. I governi della destra neoliberista sono stati affrontati da grandi rivolte popolari di lunga durata, che hanno aperto crepe nella dominazione e messo sotto scacco la governabilità. Il sistema politico ha risposto incanalando la disputa nel terreno istituzionale, con l’approvazione e l’entusiasmo delle sinistre. Di […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Paese Mapuche: Giustizia per Eloy Manquepan

Comunicato pubblico del Pu Lof Inalafken Ka Inarukapillan Lamentiamo profondamente la morte del nostro lamgen (fratello) Ulises Eloy Alarcón Manquepan yem (33 anni), sposo e padre di 2 figli -difensore del suo territorio, conoscitore di piante medicinali e conosciuto lavoratore della località di Licanray- ASSASSINATO ieri nel Lof Hualapulli – Liumalla, situato all’interno lungo la […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Cile: Boric decreta lo stato d’emergenza nei territori mapuche

Il decreto ha l’obiettivo di reprimere le azioni delle organizzazioni indigene nelle strade delle regioni del Biobío e dell’Araucanía, territorio ancestrale del popolo mapuche. Silvia Adoue e Tamy Cenamo Lunedì notte 16 maggio, la ministra dell’Interno del Cile, Izkia Siches, ha annunciato l’installazione di uno stato d’emergenza nelle regioni del centro sud. La decisione è […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Nazione Mapuche: La Resistenza Mapuche Lavkenche (RML) rivendica un attacco a macchinari per la ghiaia e camion forestali a Los Álamos

Durante la giornata di venerdì 29 aprile è stata realizzata un’azione di sabotaggio contro un’impresa di macchinari e trasporti, effettuati principalmente per l’estrazione di ghiaia, e lavori forestali nel comune di Los Álamos, che ha avuto un grande impatto per la quantità di 33 attrezzature incendiate. Di seguito il comunicato dell’organizzazione Resistenza Mapuche Lavkenche RML. […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Nazione Mapuche: Soggetti armati bruciano macchinari e feriscono un lavoratore a Traiguén e Vilcún

A solo poche ore dal cambio di governo, degli uomini incappucciati hanno effettuato un attacco armato e incendiario che ha colpito un’impresa di pietrisco situata al secondo chilometro della strada Pircunche, nella località di Cajón, comune di Vilcún, nella Regione dell’Araucanía. Verso le ore 7.00 un numero imprecisato di uomini ha fatto irruzione nella tenuta, […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Paese Mapuche: Le comunità mapuche in resistenza e il CAM recuperano terre rubate

Lof Xilco, COI COI, Lof Motruloche, Lof Rodrigo Melnao Lican, CAM (Coordinamento delle Comunità in Conflitto Arauco-Malleco) diffondono i propri progressi e risultati basati sul lavoro autonomo, l’organizzazione politica e sociale nella ricostruzione dell’attuale vivere mapuche.   Comunità José Loncoli – Coi Coi Raccolto in onore del combattente Toño Marchant caduto combattendo le imprese forestali. […]