InfoAut
Immagine di copertina per il post

CONGIUNZIONI #24 – LAVORO ESSENZIALE E DONNE IN LOTTA

||||

Il lavoro essenziale di cui tanto si parla in questi tempi di covid, è quel lavoro che già prima di questa crisi era per la maggior parte dei casi scaricato sulle donne e sottoposto a numerosi ricatti: dalla precarietà, allo sfruttamento, alla salute, alle violenze. Ed era quel lavoro reso invisibile, perchè dato per scontato. 

Emblematico è il caso delle lavoratrici delle pulizie confinate a un lavoro di cura e riproduzione il cui profitto finisce nelle mani di grandi aziende e cooperative che guadagnano sulla pelle delle donne che sono costrette a fare questo lavoro.. molto spesso rischiando la salute. Ed è proprio per questo motivo che le lotte per una condizione lavorativa più degna sono patrimonio prezioso per tutta la collettività. 

Ne abbiamo due esempio importanti, da Parigi a Pavia:

Sylvie ci racconta lo sciopero all’hotel Ibis che dal luglio 2019 è andato avanti per più di un anno e mezzo grazie alla determinazione delle donne che hanno incrociato le braccia per pretendere l’internalizzazione e il riconoscimento del loro lavoro.

Gisella, lavoratrice delle pulizie al Policlinico di Pavia, ci racconta l’inizio dello stato di agitazione organizzato insieme a Non Una Di Meno Pavia, che sta rendendo visibili le condizioni disumane a cui le donne che vi lavorano sono sottoposte, precarietà, tagli al personale, orari e carico di lavoro insostenibili e rischi per la loro salute.

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2021/02/2021_02_18_congiunzioni-24-escopost.mp3{/mp3remote}

Da Radio Blackout

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Intersezionalitàdi redazioneTag correlati:

CONGIUNZIONILAVORATORI ESSENZIALI

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Sui nostri corpi decidiamo noi.

Il 25 maggio in tutta Italia scenderemo in piazza contro l’ennesimo attacco all’aborto svolto da questo Governo, non a caso in contemporanea a fortissimi attacchi verso le persone trans+

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Contestazione agli Stati Generali della natalità: non siamo macchine per la riproduzione, ma corpi in lotta per la rivoluzione.

Questa mattina la Ministra Eugenia Roccella è stata contestata da un nutrito gruppo di studentesse e di studenti delle scuole superiori provenienti da tutta Italia e da differenti collettivi.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Non Una di Meno: sciopero femminista e transfemminista dell’8 marzo. La diretta della giornata

Per l’ottavo anno consecutivo, l’8 marzo sarà sciopero femminista e transfemminista globale.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Trieste: in Via Gioia uno spazio di accoglienza negato a due passi dal Silos

A Trieste, città di frontiera che non si riconosce tale, vogliamo mostrare che trovare uno spazio dove accogliere le persone migranti è possibile.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Assemblea nazionale di Non Una di Meno a Bologna. Sabato la “passeggiata arrabbiata”

Sabato 3 e domenica 4 febbraio 2024 due giornate di Assemblea Nazionale organizzate dalla realtà transfemminista Non Una di Meno, presso le aule universitarie di Bologna.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Aborto: il convegno promosso dalla Lega a Montecitorio e’ “l’ennesimo tentativo di normalizzare l’antiabortismo nel nostro paese”

Martedì 23 gennaio, nella sala conferenze della Camera dei Deputati, si è tenuto il convegno antiabortista organizzato dal Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli e promosso dalla Lega.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Mai più zitte, mai più sole!

Non una di Meno torna in piazza.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Non Una Di Meno rilancia: mai più sole mai più zitte

Il 16 dicembre Non Una di Meno invita nuovamente a scendere in piazza contro la violenza sulle donne e di genere.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Firme false e assistenza inesistente per i reclusi: la Procura indaga sul Cpr di Milano

Il primo dicembre la Guardia di Finanza ha perquisito la struttura per acquisire documentazione. Il reato ipotizzato per l’ente gestore Martinina è frode in atto pubblico. Un’inchiesta di Altreconomia aveva svelato le “false promesse” della società alla prefettura di Milano

Immagine di copertina per il post
Bisogni

Una marea in tutta Italia contro la violenza di genere.

Ieri, 25 novembre giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne, oltre ai due cortei nazionali indetti dalla rete di Non Una Di Meno a Roma e a Messina tantissime piazze della penisola si sono riempite di decine di migliaia di persone, come a Milano e Torino, iniziative e cortei anche a Genova, Parma, Perugia, […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Come la pandemia ha cambiato il panorama del lavoro organizzato negli USA

La prospettiva dell’intreccio tra crisi sociale e crisi climatica e la centralità assunta da relativamente nuovi settori del lavoro contemporaneo accanto a mansioni più tradizionali ci paiono spunti di ragionamento fondamentali.

Immagine di copertina per il post
Bisogni

CONGIUNZIONI #29 – CASA E SALUTE

Sono moltissime le storie di chi ha attraversato i percorsi di lotta per la casa e che oltre a dover risolvere questa necessità fondamentale si è dovuto misurare con problematiche legate alla salute.. case poco sicure, insalubri, case che non vengono assegnate, situazioni in cui per avere un tetto occorre scendere a compromessi che mettono […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

CONGIUNZIONI#27 – LOTTO PERCHE’ E’ ESSENZIALE

Pochi giorni fa è stato l’8 marzo, essenziale è la lotta per la difesa e la riappropriazione della salute! Dopo 3 giorni di occupazione dal tetto dell’ASP di Cosenza per rivendicare un piano vaccinale adeguato, per un tracciamento effettivo dei positivi conteggiando anche i tamponi fatti presso sanità privata, il commissario Longo ha concesso un […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Dall’8M in avanti: organizzare lo sciopero essenziale transnazionale. Report dell’assemblea pubblica di E.A.S.T.

di E.A.S.T. – ESSENTIAL AUTONOMOUS STRUGGLES TRANSNATIONAL Da connessioni precarie → Guarda a questo link il video dell’assemblea; qui il report in inglese Quest’anno lo sciopero femminista dell’8 marzo è più essenziale e urgente che mai. La gestione della pandemia da parte delle istituzioni ha dimostrato chiaramente che il lavoro delle donne, delle e dei […]

Immagine di copertina per il post
Bisogni

CONGIUNZIONI #26 – LINEE DI ROTTURA: DA PRATO AL MOLISE

La situazione non è rosea: in questa settimana molte regioni stanno vivendo la transizione da zona gialla a zona arancione con molti paesi e città in zona rossa all’interno delle stesse, inoltre l’aumento dei contagi sta facendo scricchiolare le ipotesi di una prospettiva di normalizzazione, la richiusura delle scuole a metà e i vaccini venduti […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Manifesto per lo sciopero essenziale dell’8 marzo

di E.A.S.T. (Essential Autonomous Struggles Transnational)   Siamo le donne che sono essenziali per la guarigione dalla pandemia del mondo intero. Facciamo un lavoro essenziale eppure ci troviamo in condizioni miserabili: il nostro lavoro è sottopagato e sottovalutato; siamo sovraccariche di lavoro o senza lavoro; siamo costrette a vivere in luoghi sovraffollati e a rinnovare […]

Immagine di copertina per il post
Bisogni

CONGIUNZIONI #22 – SALUTE E LAVORO

Oggi l’imposta convivenza con la pandemia implica continuare a lavorare e produrre mettendo a rischio la propria salute da un lato e, dall’altro, concretizza il ricatto su cui poggia il sistema economico e politico attuale: la sua possibilità di esistere si basa sullo sfruttamento del lavoro considerato “essenziale” di tutti e tutte. Salute e lavoro […]

Immagine di copertina per il post
Bisogni

La truffa del “lavoratore essenziale”

Abbiamo tradotto questo interessante articolo di Sarah Lazare per In These Times che sottolinea come la retorica dei “lavoratori essenziali” sia stata una grande trappola dietro cui il sistema di sfruttamento capitalista ha nascosto le proprie contraddizioni e fragilità. L’articolo (per quanto in alcuni passaggi sembri dare il fianco ad una certa narrazione progressista e in […]