InfoAut
Immagine di copertina per il post

Parigi: weekend internazionale antifascista in memoria di Clement Meric

Sono passati dieci anni dall’omicidio di Clément Méric, assassinato il 5 giugno del 2013 dai fascisti nel centro di Parigi come militante antifa.

Per ricordare quell’evento, sulla falsa riga delle quattro giornate per Dax, dal 1 al 6 giugno si svolgerà una settimana antifascista con un fine settimana internazionalista particolarmente ricco di proposte organizzato dall’Action Antifasciste Paris-Banlieue. Meeting, concerti, partite di calcio, sport popolare e una manifestazione domenica alle 11:00 alla stazione della metropolitana Barbès.

Numerosa la delegazione che parteciperà anche dall’Italia. Sentiamo i contributi di Alberto Azione antifascista Roma-Est, Norby Spazio Sociale Zam di Milano e Ugo compagno antifascista di Brescia Ascolta o scarica

L’omicidio di Clément non è un tragico incidente come alcuni continuano a sostenere , ma l’espressione di uno strisciante processo di fascistizzazione della società francese. La sua morte ha aperto simbolicamente una sequenza storica di scontri politici e sociali il cui unico lato più tragico è l’ascesa della violenza e degli omicidi dell’estrema destra: gli omicidi razzisti e politici in piena Parigi del rugbyman Federico Aramburú nel marzo 2022 o Mir Perwer, Abdurrahman Kizil ed Emine Kara vicino al centro culturale curdo nel dicembre 2022. Le moltiplicazioni degli attacchi alle moschee, minacce di morte e assalti ai politici e sindacalisti di sinistra, attacchi razzisti, islamofobi, xenofobi, antisemiti e omofobi sono solo la conseguenza logica di questo processo ideologico di gran parte della società e delle élite francesi.

Parallelamente a questa violenza di estrema destra, la violenza di stato si incarna nella repressione del movimento sociale. Ancora una volta, il sistema politico e mediatico cerca di imporci una scelta binaria tra due tipi di neoliberismo: autoritario, di cui Macron è il cartone animato, o neofascista, di cui Le Pen è la facciata rinnovata.

Ma la sequenza attuale mostra che c’è un’alternativa in corso. Negli ultimi anni, il movimento sociale si è rafforzato, intensificato e diffuso a nuove scale e su più fronti. Nelle sue forme classiche o con l’emergere di nuove dinamiche e tattiche. Dalla tutela dell’ambiente alla lotta al neoliberismo (Diritto del lavoro, Gilet gialli, Riforme pensionistiche… ), attraverso mobilitazioni contro la violenza della polizia nei quartieri popolari (famiglie che chiedono verità e giustizia per le vittime). Il movimento sociale e l’autodifesa popolare sono la resistenza alla violenza sociale del sistema capitalista e del suo sostituto, il fascismo.

L’antifascismo che Clément Méric praticava non si limitava alla lotta contro le organizzazioni di estrema destra, ma anche nello smascherare un sistema che permette l’emergere e lo sviluppo di nuovi volti del fascismo e contro le precarie violazioni sempre più importanti della popolazione mondiale. Quindi non è un caso che il movimento rivoluzionario antifascista in Francia sia bersaglio di media, criminalizzazione politica e giudiziaria, una delle figure del nuovo nemico interno.

Nell’ambito dell’omaggio al 10° anniversario della morte di Clément, vi invitiamo al fine settimana antifascista internazionale che fa parte non solo del movimento sociale contro la riforma pensionistica in Francia ma anche della resistenza internazionale contro il neoliberismo.

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Antifascismo & Nuove Destredi redazioneTag correlati:

antifascismoCLEMENT MERICparigi

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ilaria Salis agli arresti domiciliari a Budapest. Accolto il ricorso degli avvocati.

Ilaria Salis può uscire dal carcere e andare agli arresti domiciliari a Budapest.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ignobile pestaggio di Chef Rubio a Roma

Gabriele Rubini, a tutti noto come Chef Rubio, è stato aggredito mercoledì notte davanti alla sua casa romana da almeno sei persone, che lo hanno pestato e insultato al grido di “Pezzo di merd*, così impari”.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

25 Aprile 2024: appunti di lotta dalla piazza di Milano

Condividiamo di seguito la cronaca della giornata del 25 aprile milanese e le indicazioni di lotta che arrivano da questa piazza, tutta a sostegno della resistenza Palestinese.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Livorno è antifascista!

Giovedì 2 Maggio il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Matteo Salvini è venuto a Livorno per presentare un suo libro, vergognosamente ospitato all’interno del cinema teatro “4 Mori”..

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Il significato conteso del 25 aprile di fronte al genocidio. Spinte e possibilità.

Le iniziative ufficiali del 24 e 25 aprile di quest’anno sono state la dimostrazione della separatezza che intercorre tra il sinistro antifascismo istituzionale e quello quotidiano di chi non si rifugia in un’identità stantia priva di sostanza e attinenza alla realtà.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Puntata speciale 25 aprile: resistenze di ieri e di oggi.

In questa puntata del 25 aprile dell’informazione di Blackout abbiamo voluto sottolineare il legame forte e prioritario che ha la resistenza palestinese oggi con le possibilità che si aprono anche alle nostre latitudini.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Contro fascismo, sessismo, razzismo e guerra. Ora e sempre resistenza! Siamo sempre qua.

La facciata del centro sociale Askatasuna assume una nuova veste. In un presente senza storia rimettiamo al centro la Storia di ieri per guardare in avanti, in una prospettiva in cui c’è bisogno di tutta la capacità, le forze, le intelligenze di ognuno e ognuna per produrre trasformazioni .

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Antifa Budapest: Corteo a Roma né prigione né estradizione

Sabato 23 marzo a Roma c’è stato un corteo in solidarietà con Ilaria Salis, Gabriele e tutte le persone imputate per i fatti di Budapest. Il corteo è partito da metro Policlico, è passato nei pressi dell’ambasciata e poi è entrato nel quartiere di San Lorenzo dove si è concluso. Abbiamo raccolto diverse voci dal […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Non è più tempo degli appelli, bisogna liberare Ilaria subito

Legata ai polsi e ai piedi, una cintura stretta in vita, un guinzaglio di catena, Ilaria Salis è comparsa davanti al tribunale di Budapest.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ilaria Salis: la prima udienza si chiude con un rinvio al 24 maggio. “Non e’ piu’ tempo degli appelli, bisogna portarla via subito”

Si è aperto a Budapest lunedì 29 gennaio il processo a Ilaria Salis, l’insegnante antifascista di Monza detenuta da un anno in Ungheria per gli scontri con un gruppo di neonazisti.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Uno sguardo sulle barricate studentesche in Francia

Da quando gli studenti hanno occupato la Columbia University in solidarietà con i palestinesi, le occupazioni e gli accampamenti studenteschi contro il genocidio a Gaza si sono diffusi a macchia d’olio, oltre cento università sono state occupate in tutto il mondo, un vasto movimento che richiama alla memoria le mobilitazioni contro la guerra in Vietnam.

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Parigi: marcia contro il razzismo e islamofobia vietata dalla prefettura.

Il 21 aprile è prevista una importante marcia contro il razzismo e l’islamofobia, per la tutela dei giovani che nei quartieri popolari sono sistematicamente obiettivo della violenza e del razzismo della polizia e dello Stato.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

“In cella con il guinzaglio”. Lettera di Ilaria Salis dal carcere di Budapest

Dal carcere di Budapest, dove soggiorna ormai da undici mesi, Ilaria Salis è tornata a scrivere ai suoi avvocati.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Milano: sabato 13 gennaio corteo nazionale antifascista. Concentramento alle 15.00 in Piazza Durante

Oltre al sempre più evidente inasprimento di politiche securitarie, misure di segregazione ed esclusione, meccanismi di controllo della popolazione, che negli ultimi decenni stanno caratterizzando la gestione del territorio definito Europa, assistiamo contestualmente al rafforzamento di posizioni di estrema destra.